BIO

Andrea Frediani, classe 1974, designer toscano della Garfagnana che sa e ama assemblare diversi materiali, realizza installazioni originali, sculture, oggetti di interior design, oltre che architetture, arredi urbani, piccoli e grandi rivestimenti.

Contemporaneità e contaminazione i due orizzonti che vedono spaziare artisticamente Andrea Frediani; le sue creazioni contemplano il mettere insieme il marmo e il vetro, ma anche metalli come l’ottone e l’acciaio per arrivare al legno e ai materiali plastici. Linee creative originali che hanno nella natura, ma anche nella matematica, la cifra di ciò che realizza. Nasce una sensibilità artistica capace di guardare il futuro.

Il suo avvio al design è del 2010 quando diventa assistente dell’artista e designer Andrea Salvetti, conosciuto in Europa e negli Stati Uniti; è nel suo studio che apprende l’utilizzo e la fusione di diversi materiali e le tecniche artistiche di decoro. Grazie a questa esperienza Frediani consolida il suo percorso personale che lo porta ad importanti lavori e collaborazioni in Italia e all’estero capaci di unire arte e tecnologia.

La riproduzione del movimento nel marmo è una delle intuizioni di Frediani che si ispira alle piante, agli alberi, agli insetti e alle stagioni toscane che assumono in Garfagnana connotati unici. E’ la natura di questa parte di Toscana che spinge Frediani ad ‘interrogare’ il marmo pensando alla texture unica che la natura ci offre.

BIO

Andrea Frediani, classe 1974, designer toscano della Garfagnana che sa e ama assemblare diversi materiali, realizza installazioni originali, sculture, oggetti di interior design, oltre che architetture, arredi urbani, piccoli e grandi rivestimenti.

Contemporaneità e contaminazione i due orizzonti che vedono spaziare artisticamente Andrea Frediani; le sue creazioni contemplano il mettere insieme il marmo e il vetro, ma anche metalli come l’ottone e l’acciaio per arrivare al legno e ai materiali plastici. Linee creative originali che hanno nella natura, ma anche nella matematica, la cifra di ciò che realizza. Nasce una sensibilità artistica capace di guardare il futuro.

Il suo avvio al design è del 2010 quando diventa assistente dell’artista e designer Andrea Salvetti, conosciuto in Europa e negli Stati Uniti; è nel suo studio che apprende l’utilizzo e la fusione di diversi materiali e le tecniche artistiche di decoro. Grazie a questa esperienza Frediani consolida il suo percorso personale che lo porta ad importanti lavori e collaborazioni in Italia e all’estero capaci di unire arte e tecnologia.

La riproduzione del movimento nel marmo è una delle intuizioni di Frediani che si ispira alle piante, agli alberi, agli insetti e alle stagioni toscane che assumono in Garfagnana connotati unici. E’ la natura di questa parte di Toscana che spinge Frediani ad ‘interrogare’ il marmo pensando alla texture unica che la natura ci offre.